Italiano English Spanish Portuguese
Cambio Valute
Importo:
Da:
A:

1 EUR     =    
Ultimo aggiornamento: 24/11/2017 6.09.01
 

Energie rinnovabili, nel 2014 è boom di investimenti

14/01/2015

L'anno scorso è stato l’anno dell'energia pulita, con un aumento esponenziale degli investimenti globali in fonti energetiche rinnovabili pari al +16%, per un ammontare complessivo di 310 miliardi di dollari. Gli specialisti di Bloomberg New Energy Finance (BNEF) hanno pubblicato di recente l’ultimo rapporto in cui spiegano che a spingere questa crescita sono stati soprattutto investimenti in fotovoltaico ed eolico offshore.

Crescono ancora le rinnovabili in tutto il mondo, con predominio del solare e l'eolico

Nel rapporto di Bloomberg New Energy Finance si legge che questi 310 mld significano una crescita di 5 volte rispetto ai 60.2 raggiunti 10 anni fa, quasi pareggiando il record di 317.5 miliardi che si è verificato nel 2011. I principali responsabili di questa crescita sono sicuramente i nuovi programmi a supporto dell’energia verde lanciati dai governi, fondamentalmente in Asia e gli Stati Uniti.

La performance dell’anno scorso ha superato tutte le proiezioni, come spiega Michael Liebreich, presidente del comitato di consultazione di Bloomberg: «Durante l’anno passato, si pensava che avrebbe raggiunto un +10% nel 2014, ma queste cifre hanno superato le nostre aspettative. Il settore dell’energia solare ha contribuito in massima parte, grazie agli enormi miglioramenti nella competitività degli ultimi cinque anni».

Secondo Liebreich il crollo del prezzo del petrolio registrato nel secondo semestre del 2014, non è un ostacolo all’energia pulita: «L’impatto di un greggio più economico si farà sentire molto di più nel settore del trasporto su strada che nella produzione di energia elettrica».

L’energia verde non cresce in Europa: record in Asia e Paesi emergenti

In Cina gli investimenti in energia pulita sono cresciuti del 32%, raggiungendo il record di 89 miliardi di dollari, mentre nel Giappone si è raggiunto un 12% (41.3 miliardi). Per quanto riguarda gli USA, gli investimenti green sono cresciuti dell’8% con 51.8 miliardi.

Continuano le buone performance anche nei principali mercati dei Paesi emergenti, con un notevole +88% di investimenti in Brasile, pari a 7,9 miliardi di dollari, +14% in India (anche qui 7,9 miliardi) e un +5% in Sud Africa (5,5 miliardi).

Advertisement

Nel 2014 è rimasto pressoché stabile il mercato dell’energia elettrica pulita europeo, con solo un 1% di investimenti in più aumentando la quota a 66 miliardi di dollari, grazie a nuovi progetti nell’eolico offshore.

Precipitano invece gli investimenti in Australia, con un calo del 35% e 3,7 miliardi in meno destinati alle energie rinnovabili. In questo Paese regna un’incertezza politica che ha portato alla polemica revisione dei propri obiettivi nel settore dell’energia green.

Sempre più eolico e solare

Dominano il mercato degli investimenti i progetti in energia solare, soprattutto dopo la riduzione dei costi delle tecnologie ha portato a una crescita del 25%, con 150 miliardi di dollari in più. Fa passi da giganti anche il settore eolico con un +11%, per un totale di 100 miliardi. Peggiore la performance di biocarburanti, biomasse e mini idro, con un calo dei livelli di investimento del 7%, 10% e 17%, rispettivamente.

Questi dati, sottolinea Bloomberg, confermano ancora la convenienza delle fonti rinnovabili di energia elettrica, grazie all’evidente riduzione progressiva dei costi, malgrado il contemporaneo taglio degli incentivi in molti Paesi.